Sergio. E poi nulla

Ci siamo conosciuti in discoteca 3 settimane fa. La devo smettere. O di andare a ballare. O di conoscere gente. O entrambe. Sergio. 39 anni. Inizialmente impiegato in comune. Poi il lavoro è cambiato. Nel senso che mi aveva mentito, nessun dramma, lavoro legale, voleva solo tutelarsi. Il punto è che: è tanto credente. Roba che la camera da letto è piena di quadri di Gesù Cristo. Un po’ inquietante. Soprattutto per me, che lego tanto il sesso alla sacralità, alla spiritualità. Mi fa impressione guardare tutti quei volti uguali mentre mi masturbo sul letto con lui. Anche perchè ci sono pure un paio di specchi. E le immagini Cristo, io nudo, lui nudo si alternano a velocità maniacale. Poi nulla. Ci siamo sentiti e in qualche modo frequentati per 3 settimane. Sì, forse la conoscenza più lunga dell’ultimo periodo. E in queste 3 settimane non l’ho visto venire. Non che sia fondamentale, ma mi fa pensare che non sia sereno nella sua sessualità. Mi fa pensare questo. Oggi su un giornale ho letto che gli Atei lo fanno meglio, meno sensi di colpa. E in effetti non è una cazzata. Aver la lucidità di non sentirsi sporchi a farlo spinto con la persona giusta non è proprio una cosa da buttar via.

Comunque.

L’altro ieri ho troncato. Non lo so, quando stavo con lui stavo bene, se non lo vedevo. Pure. Non deve esser bello sentirselo dire. Infatti ho fatto del mio meglio per essere indolore. E soprattutto non l’ho fatto per telefono ma mi sono sparato 60km per dirglielo di persona. Non so se sono stato affrettato come sempre, magari era sufficiente aspettare e vedere come preseguiva la cosa. Ma tra me e un adolescente c’è ancora poca differenza. Sono nato a 21 anni, non è un dettaglio.

E ieri sono tornato negli inferi del Bo##o. Solite cose. Rivedo Simone che si è mezzo fidanzato, mezzo. Il fidanzato non era lì, mi è spiaciuto per lui. Esser fidanzati con Simone e lasciarlo solo in discoteca è un suicidio. Poi ho conosciuto uno. Francesco. Ci siamo baciati. Tiene la lingua rigida quando bacia. A me veniva da ridere. Trovare qualcuno che baci bene è impresa ardua ormai. Francesco-lingua-a-tronco sembrava esteticamente la brutta copia di Simone. E poi faticava a mettere insieme una frase di senso compiuto. E non perchè fosse fatto. Proprio per limiti naturali. Sto diventando acido e snob.

In camera Cristo mi fissava, non sono riuscito a venire neanche io.

Annunci

3 risposte a “Sergio. E poi nulla

  1. Bentornato Anthony…mi domandavo che fine avessi fatto…mi stavo anche preoccupando un po’! 🙂
    Comunque dalla mia veneranda età ti dico che si diventa acidi e snob per necessità, per difendersi dallo schifo che trovi fuori…

  2. Ciao Teo…dici che l’acidità sarà una conseguenza naturale? speriamo di riuscire almeno a limitarla…:)
    un abbraccio..
    “veneranda età”…ma se sei giovanissimo 😉

  3. Ehehehe grazie, ma ho qualche anno in meno di Sergio (ma per fortuna sono meno bigotto!) ^^

    Comunque sta poi ad ognuno scegliere il proprio grado di acidità…io vado a fasi altalenanti, ci sono giorni che sono abbastanza “tamponato” e dei giorni in cui si rischiano le ustioni al solo starmi vicino…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...