la lingua batte dove il dente duole. Oppure Batte e basta.

Sai cosa? A chi daresti 1000 euro sulla fiducia poi te lo mette nel culo nel senso brutto del termine, a chi non presteresti manco un fazzoletto usato poi ti sorprende. E’ sempre così. Comunque. Tante novità. Breve cosa. Ho conosciuto uno poco tempo fa. Massimo-lo-stilista. Un paio di pomp##i in un parcheggio. Poi mi ha rotto il cazzo e un po’ asciuga come si dice qui a Mil##o. 45 anni. Molto bello. Ma comunque Troppi. Anzi, i pomp##i erano 3 sommando i miei e i suoi.

Comunque.

Ieri sono andato ad un gruppo interessante. Gay. Culturale. E per “culturale” (e NON voglio passare per snob) intendo che tutto ciò che deriva da questo termine tiene (fortunatamente) alla larga shampiste (ogni riferimento è puramente casuale), commesse dei grandi magazzini reparto moda, e seguaci de “La Pupa e il Secchione”. Mi sono trovato lì con Francesco-sardo-ingegnere-blogger (cosa divertentissima: l’ho conosciuto grazie a questo blog), e un suo amico (che prendevo in giro perchè ormai 27enne è tagliato fuori dal gruppo GiovaniGay che accetta fino ai 26).

Comunque.

Domenica scorsa sono andato a ballare. E ho rivisto Anthony-il-ballerino-hip-hop-agente-immobiliare. Carino. Un ragazzetto nel senso più esplicativo del termine. Che se dovessi compararlo al classico concorrente tipo di Amici farei fatica a trovare differenze. Comunque. Lo vedo Domenica, mi avvicino, lingua in bocca. Bacia bene. Tanto. Poi facciamo giorni a sentirci, scriverci e parlare al cellulare qualche ora. Poi dovevamo vederci stasera e mi dice Dài salta la palestra e vieni a cena da me, se hai voglia di vedermi potresti saltarla una volta. Poi gli rispondo Col cazzo in palestra ci vado poi quando finisco ti raggiungo. Quindi. Casa sua. parliamo un’oretta. Lui è uno di quelli che nei messaggi scrive se vuoi lo vediamo quel film che e tanto bello e c’ha un’attore molto bravo. Cosa che se in una singola frase fai più di due errori sei matematicamente eliminato. Figuriamoci 3. Però lui no. Lui a differenza magari di un Simone (piano piano la sto superando, ma se mi chiama sono ancora nella fase che Corro), è sempre ignorante come un organismo monocellulare adolescente, ma ci puoi parlare di un sacco di cose che non rientrano solo ed esclusivamente in VOGUE. Quindi.

Stasera dopo la palestra arrivo da lui, mi mostra la casa, conosco la cagna e la gatta, ci sediamo sul divano (soli io e lui, non tutti e 4), parliamo una mezzora, poi mi fiondo sulla sua bocca, poi finiamo in camera sua.

Mi sfila la maglietta, gli tolgo la sua, sotto i pantaloni della tuta è senza mutande. Adoro. Me lo prende in bocca, e ci sa fare molto bene. Finiamo a fare una 69, poi lui sdraiato a pancia in giù e la mia linua batte all’impazzata per minuti e minuti. Minuti e minuti. Forse quasi un’ora. Fantastico. Roba da crampi alla lingua. E lui ha un cu#o che è di una bellezza sorprendente. Il rimming è troppo sottovalutato. Poi nulla. Guardiamo il Chiambretti Night. Sigaretta. Ancora due chiacchiere.

Ma restiamo seduti lontani.

Annunci

3 risposte a “la lingua batte dove il dente duole. Oppure Batte e basta.

  1. Ma che emozione essere nominati sul blog di Anthony Will… e per giunta esattamente in mezzo a due cronache di sesso orale… WOW! 😀

    Ho sempre sognato questo momento… pensa come son ridotto! 😉

  2. hey che fai sfotti?? 😉

  3. adoro il rimming…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...