Perdere Per Forza

E’ che perderesti comunque. Ieri sono andato a ballare, ho rivisto Claudio-ci-conosciamo-da-tanto-tempo. 28 anni. Aspirante architetto. Ci conosciamo da due anni, mi piace, soprattutto come persona. Il classico bravo ragazzo che piace tanto alle mamme. Anche se hanno un figlio ricchione. Piacerebbe comunque. Carino. Affettuoso come pochi. Non morboso. Affettuoso, che è diverso.

Non ci siamo mai trovati nel momento giusto. O era fidanzato lui. O io. E abbiamo sempre parlato un sacco, ci siamo sempre raccontati i rispettivi dubbi, i rispettivi problemi. O dal vivo o via chat. Soli. Io e lui.

Ieri ci siamo baciati. E tanto. Per la prima volta. Abbiamo trascorso la serata insieme, tra baci, dita nelle dita, abbracci. E io in quegli abbracci mi perdevo. Avevo bisogno di essere abbracciato ieri. Lui mi sembra già perso.

E’ da un anno che aspettavo questo momento.

Io sabato ho baciato Fabrizio-madrelingua-svedese. E oggi dovevo andare a prendere il Sole da lui. Al lago ci eravamo detti. Poi quando mi ha scritto il messaggio

Fammi sapere a che ora arrivi così faccio sloggiare mamma e siamo da soli

ho detto no grazie.

Perchè vedi, il problema è uno solo. Troppo in fretta. E adesso sarebbe come voler perdere per forza, adesso il paragone con Simone è obbligato, adesso la ferita brucia da far male, che ci soffio sopra ma brucia sempre di più. Adesso significa combattere contro chi è troppo forte, significa voler tentare la strada impossibile.

Simone era il mio Uomo. Dannato ma lo era. E’ finita ma è rimasto. Mi si è tatuato dentro e ci resterà per sempre, non se ne andrà mai, posso solo sperare che si affievolisca coi giorni, coi mesi. Suona il telefono e grido nel disperato silenzio speriamo sia lui. Ma ormai non lo è più. E’ stato devastante. Glielo ripetevo anche ogni volta che facevamo l’Amore. Devastante. Dolce e capace come non lo è stato mai nessuno. Questo è sicuro. Uno che mi scopa così non lo ritrovo più, baci casti e orgasmi che mi hanno liberato il corpo.

Ma adesso devo soltanto abbracciarmi da solo, stringermi forte, sedermi in riva al mare e aspettare che passi.

E aspettare che passi.

Annunci

4 risposte a “Perdere Per Forza

  1. Pelle d’oca… dai Anto, poi passa, ci vuole tempo ma passa… nel frattempo gioca un pochino col destino, con gli incontri… basta essere sempre trasparenti e sinceri… 1 etero-abbraccio

  2. grazie Nio…mi sento anestetizzato..un agosto così non mi era mai capitato..ho voglia di partire al mare coi miei..
    1etero-abbraccio a te..

  3. Ahia, per voler andare al mare con i genitori devi essere proprio giù. Su, su, forse hai solo bisogno di riposare per ricaricarti. Un abbraccio sincero. Mi appassiona sempre leggerti.

  4. sì Giovanni sono abbastanza giù, ma direi tanto-abbastanza 😦
    passeggiare in riva al mare mi può fare solo bene..
    un abbraccio a te..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...