Confuso e Tentato

435514801_a77605b02dIeri sera speravo in una serata diversa. E’ andata bene con Andrea-l’ingegnere-edile. Ma non il bene che speravo. Gli piaccio. Mi piace. Ci troviamo fuori dal pub gay alle 21.45. Io arrivo qualche minuto dopo perchè parcheggiare a Milano è un’impresa. Lui mi stava aspettando all’ingresso.

Ciao.

Ciao.

Entriamo. Mi piace come cammina, mi piace come parla, mi piace il suo sguardo. Quando prende in mano il bicchiere del suo mojito penso alle sue mani sul mio corpo. Cazzo e Cuore mi si fondono dentro. Io non so chi dei due ascoltare.

Chiacchieriamo un paio d’ore. Dentro di me dico

sta andando bene, è proprio vero che è meglio conoscere i ragazzi nei locali che su internet, hai la certezza di averci scambiato due parole prima dell’appuntamento.

Fino a quando.

Fino a quando si fa tardi, usciamo, vieni in macchina da me ti faccio vedere il libro che ho appena comprato. Si intola L’insegnante di astinenza sessuale.

Apro la portiera, entro. Mi mostra il libro. Leggo la trama. Ridiamo e scherziamo. Ci baciamo. Tanto. Non bacia bene ma a me come bacio va bene lo stesso. La serata però non finisce così. Sarebbe stato bello come primo incontro. Anche se il bacio non era da manuale.

Inizia a parlare con un giro strano di parole. Sono abbastanza intelligente per capirne il succo. Mi-piaci-sei-simpatico-vorrei-scoparti-senza-impegno-ci-vediamo-questo-fine-settimana-da-me-te-lo-sbatto-nel-culo-senza-impegno-sia-chiaro-ci-divertiamo-e-con-molta-probabilità-tanti-saluti.

Non me lo aspettavo. Mi infila una mano nei pantaloni, vuole accarezzarmi. Lo lascio fare, davanti e dietro. Finchè vuole solo accarezzare. Scendo dalla macchina, ti chiamo questo fine settimana per decidere quando vieni da me, o venerdì sera o sabato mattina.

Io credo di non riuscire a fare sesso completo con chi non amo. Riesco a fare pompini, riesco a farmeli fare. Ma voglio che resti almeno una cosa da donare unicamente a chi amo. Lo so, è un discorso da ragazzina-verginella. Forse sono io a crearmi dei limiti che devo superare, forse uso questa scusa come scudo per sentirmi meno in colpa verso non so chi. Alla fine ho 24 anni, sono single. Dovrei scopare di più, senza impegno. Mi piace. Gli piaccio. Ho solo paura del dopo.

L’insegnante di astinenza sessuale.

 

Annunci

5 risposte a “Confuso e Tentato

  1. ma l’amicizia? L’alchimia? Se tutto diventa un progetto per una buona e sana scompata il romanticismo dove cazzo va a finire? Io gli direi: scusa ma per un cazzo nel culo vanno bene i cessi, le dark ecc ecc. Cercatene un’altro. Credimi caro, ogni tanto un bel va a cagare ci vuole….!!!

  2. …come ti capisco…bacio

  3. Quoto Giusy… e non fare troppo tardi stanotte, se non domani mi arrivi più rimba del solito!

  4. Voglio lasciarti un commento sincero che spero non appaia come moralista o perbenista: non è questione di fare i santi o i verginelli, se non te la senti di fare una cosa non c’è niente che ti obbliga a farla.

    Non c’è nulla di male ad avere dei limiti e delle paure: nessuno potrà mai accusarti di tirartela o di darti troppe arie.

    Il sesso dev’essere un piacere ma può esserlo solo se lo si fa in piena tranquillità. Farlo quando si provano “paure”, “dubbi” o “forzature” non è mai positivo.

    P.S.: ma vedersi e fare del buon sesso senza bisogno di farlo “completo” no?

  5. …se vuoi facciamo a gara a chi limona di più! hihihhih
    Ma dai che paranoie ti fai
    …l’adolescenza l’hanno superata tutti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...