Incazzato come una Iena

3733926143_7461889f8bAl lavoro mi trovo veramente da dio. E cosa ci facevo oggi seduto a parlare con una cretina incompetente con l’unico obiettivo di farmi assumere?

Andiamo con ordine. Al lavoro mi trovo da dio. E questo l’ho già detto. L’unica cosa che non va è che sostituisco una donna gravida. Questo vuol dire che (di norma), la ragazza sforna la creatura esattamente come nel film “Alien”, si butta esausta su un letto con la f##a lacerata e poi si riprende il posto. (e io lo prendo nel culo…nel senso brutto del termine si intende).

Quindi: martedì ricevo una chiamata

Salve parlo col Dott. R######a? Sono C####e della ditta XXXXXX. La chiamavo per un colloquio come (……………) è ancora interessato?

e io (che nel frattempo ero al lavoro e per non farmi capire mi sono inginocchiato sotto a una scrivania meglio di Monica Lewinsky)

Sì sono io. Salve. Al momento sto lavorando per una sostituzione maternità, valuto solo proposte a crescere, valuto solo contratti più stabili.

Non cambierei il lavoro che faccio (sia per il tipo di lavoro sia per l’ambiente sereno e per nulla omofobo) per (quasi) nulla al mondo. Un contratto a tempo indeterminato mi farebbe dare le dimissioni in due ore solo per una semplice equazione:

Contratto a tempo indeterminato = mutuo = monolocale di 30 mq da 80.000 euro (un piccolissimo acconto già ce l’ho) = vita indipendente = lunghissime ammucchiate di gruppo con un numero N di 21enni ninfomani = papà non si chiederebbe più perchè dai 19 anni non porto a casa la fidanzata. Mi sembra una cosa semplice da capire.

Va bene. Venga da noi che parliamo di persona.

E io sono venuto. E io sono più competitivo di uno che sta per fare la finale olimpica dei 110 metri a ostacoli, io per fare bella figura mi sono fatto la barba, ho letto (tutto) il loro sito internet del cazzo, non mi sono messo l’orecchino alla Beckam, ho (momentaneamente) accantonato le magliettine aderenti taglia XS da finocchio e mi sono infilato una Lacoste che non mettevo dalla cresima.

Pronti via. Arrivo lì. Gentili. Entro in uno stanzino. Arriva la Dott. C####e (quella che mi ha parlato al telefono) e mi fa parlare per venti minuti. Io non parlo moltissimo in gruppo, ma dammi un colloquio che divento un perfetto show-man. Adoro fare colloqui, egocentrico come sono Adoro l’idea di dovermi vendere (a parole, si intende) in una mezzora.

La Dott. C####e è affascinata, è diventata la mia migliore amica, è già lì sulla sedia che si auto-pratica una fisting. Termino il mio discorso dopo 28 minuti. Applauso generale. Il posto è mio. Inizia  a parlare lei.

Complimenti, sa parlare molto bene….bla bla bla…..bla bla bla…io l’ho invitata qui per proporle un posto di lavoro per sostituire una maternità.

……………………………

Purtroppo dopo il periodo di maternità non le posso assicurare un’assunzione ma ci sono buone prospettive. Sa com’è, abbiamo acquistato un capannone per fare un laboratorio nuovo, poi ci siamo fermati per i costi notevoli ma FORSE riprenderemo ad arredarlo con la strumentazione. Io le dico già che per me lei andrebbe più che bene. La vorrei assumere e la contatterò per presentarle il nostro Dirigente. Lei che ne dice? Preferisce rispondermi subito o parlarne con qualcuno? Ad esempio la sua Famiglia o la sua Ragazza? (io nel frattempo sentendo la parola “Famiglia” e “Ragazza” in modo così ravvicinato mi ero accasciato a peso morto sulla sedia).

Io ho pensato a un sacco di cose. Le riassumo nei seguenti punti.

1- Ma Dottoressa-Brutta-Troia sei scema o mangi i sassi? (che poi sarebbe la stessa cosa). Che cazzo mi dici al telefono se poi mi offri una sostituzione maternità?????

2- Il laboratorio c’è ma è vuoto. E che cazzo vengo a fare? Ci sediamo in cerchio e facciamo il gioco della bottiglia coi matracci?

3- Cosa fondamentale: mi sono fatto la barba il giovedì per questa ingoiasperma sull’orlo della menopausa e tra poche ore vado a ballare in una discoteca gay. Se non mi faccio nessuno (e la colpa sarebbe unicamente del restauro anticipato che mi provoca al momento un effetto ricrescita-barba-da-primo-giorno-che-mette-in-dubbio-il-mio-fascino-da-ragazzino-ventenne-studentello-disobbediente ), torno in ditta, prendo Dottoressa-Brutta-Troia per i capelli, la trascino nel loro laboratorio (tanto è vuoto), e le pratico un elettroshock sui capezzoli fino a farle gridare ” scusami ti assumo a tempo indeterminato”.

Quando le faccio notare che al telefono le ho S-P-E-C-I-F-I-C-A-T-O che precario per precario me ne resto dove sono prima di andare in un posto X che magari è il covo di Forza Nuova o una colonia della Lega Nord, lei mi risponde

Ma come: non glielo avevo detto al telefono?

E qui mi sale la rabbia, e qui non le sputo in un occhio perchè devo conservare la saliva per le slinguate di stasera, e qui penso a come vendicarmi.

Ho finto interesse per il loro posto di lavoro (contratto di merda, più distante da casa e con meno soldi nella busta paga) perchè ora voglio che mi chiami, voglio fissare un appuntamento e VOGLIO DARLE BUCA.  Giuro che lo faccio.

Ora mi ricopro il viso di un’apposita crema idratante che magari l’effetto barba di ieri si nota meno.

E vado a ballare.

Annunci

7 risposte a “Incazzato come una Iena

  1. mi dispiace dirtelo ma…
    Non puoi andare via!!!
    non sei ancora il super eroe gay da laboratorio che ho intanzione di creare….e poi che ti credi che il tempo inde arriva così facilmente?….ti piace il gioco facile…
    per ora devi pensare alla gavetta…e come fanno tutti leccare il culo al capo 🙂

  2. uff sì ma io voglio il contratto fisso 😦 se poi me lo fanno in F###R sarebbe perfetto ma non mi voglio illudere….
    se c’è da praticare Rimming al capo come ben sai…LO FACCIO SUBITOOOOO 🙂

  3. ahahaha….non avevo dubbi !!
    Diciamo che da quel punto di vista sei avanti a tutti 🙂

  4. Mi tocca ancora averti fra le palle… va bè, sarà per il prossimo colloquio, Gaio!

  5. Ovvio che ti tocca ancora vedermi con magliettine da finocchio in giro per il laboratorio…e basta altri colloqui! non posso sprecare restauri per nulla e soprattutto non posso reggere un’altra giornata con la Lacoste!!!!!

    anzi, altro che “mi tocca averti fra le palle”… a gennaio fammi tornare da voiiiiii

  6. Certo che ci vuole culo per riuscire ad avere un colloquio di lavoro decente in questo periodo…
    E purtroppo non saranno le uniche volte queste qui, tutti ci proveranno a mettere un contratto più stabile come specchietto per le allodole poi lì a proporti contratti del piffero. Non solo ti fanno perdere tempo, magari rinunciando anche ad una giornata lavorativa, ma in più tocca tirarsi a lucido per apparire il più presentabile possibile! L’idea della t-shirt usata solo alla cresima è divertentissima! ehehe! 😀
    Buona domenica!

  7. sì ci sono rimasto si un male e poi mi sono sentito preso in giro…comunque mi hanno chiamato per il secondo colloquio! gli ho detto che ci vado, disdico all’ultimo momento 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...