Aspetto il Nuovo

                                                                          2420862920_d65d9d8348                                                                                              

Voglia di nuovo. Di una leggera brezza fresca sul viso. E di respirare a pieni polmoni

Danato-l’accompagnatore-Dark non si è più fatto vivo, non che mi contorca dal dolore, ma lo ammetto: dopo la serata insieme mi aspettavo che almeno rispondesse al messaggio. Era stato proprio LUI a dirmi Mi raccomando però fatti sentire. Ormai la gente non riesce a stupirmi più di tanto.

Simone-il-Bello-e-Dannato l’ho risentito. Mi ha scritto Lui questo SMS l’altra sera alle 19.47

Ciao Tesoro come

va? Allora che mi racconti? Che

ne dici di vederci stasera se non hai

niente da fare….Bacio

Non potevo uscire quella sera, volendo potevo farlo ma a casa è buona educazione dare a mamma (e soprattutto a papà) un po’ di preavviso, qualche ora per dire ai miei Ciao-esco-ci-vediamo-alle-4-del-mattino-perchè-mi-apparterò-in-un-parcheggio. Gli ho risposto che non potevo quella sera, gli ho scritto che se voleva ci si poteva vedere sabato o lunedì sera.

Nessuna risposta. Sarà stata una sera che aveva i coglioni pieni e mi ha selezionato a caso dalla rubrica del cellulare per farsi mungere. Dovevo immagiarlo dal “Ciao Tesoro” detto da uno che mi conosce meno del marito di mia cugina che abita in Sudan. Meno male che quella sera sono rimasto a casa, mi sono risparmiato sborra-al-retrogusto-di-Nulla.

Domenica scorsa sono andato a ballare in una disco gay. Ho ribeccato Giuseppe-il-ragazzetto quasi a inizio serata. Si avvicina, mi bacia. Ricambio. Ma in fondo non volevo, abbiamo provato a dare una forma alla nostra frequentazione, non ci siamo riusciti. Che senso ha?

Che senso ha? L’ho ribeccato a fine serata, ha povato a baciarmi, mi sono spostato.

Devo spogliarmi di tutto questo. Ho preso più consapevolezza della mia sessualità, questo non vuol dire che devo scopare nelle dark col primo che passa, questo non vuol dire non mettere più piede nelle dark-room.

Io del mio “contorno” ho sempre un fottuto bisogno. Di tirarmi giù le mutande senza aver fatto due risate davanti a una birra non se ne parla. Sempre che avrai la fortuna di colpirmi in qualche modo in quelle due ore di pub.

Non sono un santo, ci sono tanti ragazzi più seri di me che fanno l’Amore solo quando lo incontrano per davvero l’Amore. Io quell’incontro l’ho fatto. Però Basta piangermi addosso. E’ passato. E’ finito. Perso. Ma resterà Dentro di me indelebile come un marchio a fuoco.

Potrei morire domani che il mio ultimo pensiero saprei già a chi dedicarlo.

Ora ho solo bisogno di fare un po’ di pulizia tra i miei ultimi contatti. E aspettare il Nuovo. Sperando sia meglio del presente. Ma sono fiducioso. Ho dimostrato di avere una fonte inesauribile di pazienza. Devo potare la mia pianta. E non perdere la meta del cammino. Basta coi rami secchi.

Due cose che vanno di pari passo.

Annunci

Una risposta a “Aspetto il Nuovo

  1. Il tuo sfogo mi ha molto colpito. Anch’io aspetto il nuovo ma nel mio caso sai che nn si tratta di amore. Quello anche se un po’ malandato c’è. Secondo me arriva. Se fossi una maga cialtrona con la palla di vetro opterei per febrario. C’è di mezzo San valentino e la gente ha un sacco di voglia di regalare i baci perugina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...